faq
tour

I nuovi poveri dopo la pandemia

I nuovi poveri dopo la pandemia

I nuovi poveri hanno una precisa identità: hanno infatti l’aspetto di medio tenenti eppure sono in fila alla Caritas. Le associazioni infatti, nel settore no profit, stanno facendo un grande sforzo per ripristinare un minimo di equilibrio all’interno della società post covid. Il covid infatti ha messo di fronte l’Italia intera a delle carenze veramente enormi, in termini di servizi ma anche di sperequazioni reddituali. A fronte di u chiusura draconiana di alcuni settori come il turismo, la cultura ma anche le palestre, la ristorazione anche ha subito gravi perdite: nell’incertezza di riaprire o meno, molti imprenditori hanno abbassato le serrande e di fatto non le rialzeranno. Il problema dell’incertezza è grande. A questo c’è anche specularmente il problema dei lavoratori, già schiavi e schiavizzati con il sommerso e il lavoro a cottimo, ora sono praticamente in mezzo alla strada senza alcuna alternativa e senza busta paga formalizzata, senza neanche la possibilità di ottenere dei rimborsi o ristori o sostegni (a seconda a quale governo si faccia riferimento).

I nuovi poveri prima ancora dell’anima oltre che del portafogli

I nuovi poveri quindi non sono figli solo di una pandemia ma soprattutto di un’economia e una società che probabilmente ha vissuto al di sopra delle sue possibilità, anche a seguito di tutta una sequela di tagli inferti in orizzontale e che effettivamente hanno acuito le differenze e creato solo nulla e disoccupazione. Il problema infatti non è solo puramente tecnico ,a realizzativo: le aspettative in economia cosi come quando fai partire un progetto qualunque sono fondamentali. I nuovi poveri infatti sono figli anche di un futuro che è sempre più incerto e che fa perdere la fiducia della gente nello spendere e nel far girare l’economia che si sta sempre più assottigliando. A forza di ruberie e di mancanza di buon senso, piano piano, scivolando verso il basso, ci ritroveremo in fila per avere un pasto molta più gente di quanto ci aspettavamo

468 ad
Palloncini AudioLive FM - digital radio di musica e cultura Sito in wordpress con hosting!
blog